CHI SIAMO

ARTERIE

Arterie è stata fondata da un collettivo di attori e registi nel 2008. Attualmente opera in maniera permanente a Pescara.

La Compagnia, sotto la direzione artistica di Monica Ciarcelluti, erede per formazione della lezione teatrale russa, si occupa di progetti di teatro per ragazzi e per l’infanzia, collaborando con scuole e istituzioni; promuove, organizza e produce progetti  artistici in Italia e all’estero; realizza progetti di teatro comunitario per rifugiati e richiedenti asilo.

Arterie opera stabilmente dentro lo “Spazio Matta” di Pescara, dove Monica Ciarcelluti è responsabile dell’Atelier Matta – Alta formazione per le Arti della Scena, programma in cui attori, registi, coreografi, e danzatori sono invitati a tenere workshop e residenze.

Ha curato in passato progetti teatrali e di formazione con il maestro russo Jurij Alshitz, realizzando in Russia il Nina’s Project, azione teatrale per la celebrazione del 150° anniversario di Anton Cechov (2010), progetto che vanta la collaborazione del GITISAccademia Russa per le Arti Teatrali di Mosca e del Ministero dei Trasporti Russo.

Ha inoltre collaborato con artisti internazionali quali Bassam Abou Diab per la realizzazione de L’Assedio | The Siege spettacolo di teatro-danza con attori e danzatori di cinque paesi diversi, sul tema delle oppressioni.

Il carattere della transculturalità contraddistingue le produzioni teatrali di Arterie, le contaminazioni artistiche di origini diverse diventano occasione di arricchimento nella fase creativa. Nel lavoro in sala diventa centrale la figura dell’attore, come autore del proprio ruolo e della propria vita sulla scena, attraverso l’uso dell’improvvisazione. Non esiste regia senza pedagogia.

Arterie è promotore del Progetto C.Re.S.Co.

IL NOSTRO TEAM

MONICA CIARCELLUTI

Attrice, regista, pedagoga, direttrice artistica, appassionata di fotografia, cresco e vivo in una famiglia bilingue. Inizio gli studi teatrali nei primissimi anni di Università. Attratta dall’Altro, viaggio, mi appassiono all’alchimia che nasce delle contaminazioni linguistiche e culturali. Studio tra Barcellona, Mosca, Atene, Berlino e Londra, incontro registi e maestri stranieri che decisamente influenzano le mi scelte artistiche, tra cui: Jurij Alschitz, Oleg Koudriachov, Nicolaj Karpov, Rimas Tuminas, Oskaras Koršurovas, studio la partitura vocale con Chiara Guidi della Socìetas.  Ricevo la lezione dei maestri del visivo e dell’arte contemporanea, mi diplomo in Arte Drammatica all’International Class GITIS (Russian Academy of Theater Arts) diretta da Jurij Alschitz, che in seguito affiancherò in progetti formativi e azioni artistiche in Italia e all’Estero.  Dal 2012 curo l’Atelier Matta – High Education for the Arts of the Scene, all’interno dello Spazio Matta in Pescara, mentre curo simultaneamente progetti interculturali, teatro per rifugiati e progetti europei  con produzioni e regie internazionali. Ho una figlia di cultura italo/libanese, parlo correntemente tre lingue, mentre l’arbëreshe di mia madre l’ho sempre solo capito, mai parlato. Il connubio tra arte e intercultura un modus vivendi.

MARIANGELA CELI

11 anni, la mia prima volta “vera” a teatro. Metamorfosi di Kafka. Una rivelazione: vedere quel corpo umano che si muoveva come un insetto e sentirmi così simile a lui nell’animo, immersa nella mia comoda poltroncina, sentivo una scomodità interiore deflagrante. 1992 avevo deciso cosa avrei fatto nella vita: Teatro. Ho iniziato a muovere i primi passi nella scuola teatrale della mia città Teramo per poi continuare gli studi a L’Aquila con i Prof. Ferdinando Taviani e Mirella Schino. Del periodo universitario porto con me le parole Ricerca e Studio, ho conosciuto e condiviso momenti di formazione con compagnie come L’Odin Teatret, Milon Mela, Jairo Cuesta, Oskaras Koršunovas, Jurij Alschitz, Chiara Guidi. In scena con Lorenza Zambon.  Sono attrice in Parole e Sassi, la storia di Antigone in un racconto-laboratorio per le nuove generazioni, vincitore del Premio Eolo Awards 2013 come miglior progetto creativo con la regia di Letizia Quintavalla. Da sempre considero il Teatro come luogo dove far nascere domande, insinuare dubbi, creare scossoni nell’attore e nello spettatore. Da quando ho iniziato a collaborare con Arterie questa idea si è rafforzata. Attualmente sono responsabile per il Teatro Ragazzi di Arterie.

GISELA FANTACUZZI

Coreografa, performer, ricercatrice, insegnante del Metodo Feldenkrais®, nasco nella periferia di Buenos Aires. Il mio percorso di studi, diviso tra Sudamerica ed Europa,  è caratterizzato dalla ricerca e dalla contaminazione dei linguaggi e mossa dall’istinto indio sudamericano, mi affido sempre all’intuito e agli stimoli dettati dall’inconscio.  In attività dal 2001, ho creato più di 15 performance e  site-specific, avvalendomi del supporto di enti  di paesi quali Argentina, Spagna, Olanda, Slovenia e Italia,  ponendo particolare attenzione al dialogo tra video, suono e gesto danzato. Artista sostenuta dalla compagnia Gruppo e-Motion di Francesca La Cava, dal 2017 collaboro attivamente con la compagnia FRENTANIA TEATRI conducendo laboratori di teatro-danza in ambiti di disagio sociale e nel carcere di alta sicurezza di Larino (CB).Tra il 2017 e 2018 la  perormance “Todo lo que se extiende en el aire” è sostenuta ed ospitata  da ARMUNIA Residenze Creative di Castiglioncello.  Ho due figli molto piccoli che hanno spostato l’asse e il punto di vista, non solo della mia vita personale, ma soprattuto della mia vita artistica.

ALESSANDRA ROSSI

Bilingue tedesca, torinese di nascita, laureata in “Economia Aziendale” all’Università di Torino, ho sempre avuto la passione per il teatro come per l‘arte in generale che considero un grande strumento di trasformazione.
Ho approfondito i temi dell‘euro-progettazione e della valutazione d’impatto soprattutto in ambito creativo con Fondazione Fitzcarraldo di Torino, Fondazione Brodolini e Carlotta Garlanda esperta di progettazione culturale Mi interessano i processi generativi dell‘arte e della cultura in ottica di relazione fra le persone e la natura intesa come ecosistema e rispetto della biodiversità. Sono una persona molto curiosa, forte lettrice e divoratrice di musica, cinema, arte e serie TV! Attivista dell‘ambiente e dei diritti ritengo il teatro azione politica capace di smuovere le coscienze e innescare vere azioni di cambiamento.

MARIANA PERTICARA

Esperta di social media management e comunicazione, mi laureo in “Economia e Marketing” a Bologna nel 2010, inizio a sperimentare e a dare libero sfogo alla mia creatività nell’azienda tessile di famiglia, occupandomi della creazione delle nuove collezioni. La mia continua voglia di viaggiare e conoscere mi porta a trasferirmi per un periodo in Inghilterra e successivamente in Spagna dove mi fermo per quattro anni lavorando per due grandi aziende nella comunicazione e digital marketing.
Da sempre provo a conciliare il mio lavoro con le mie passioni, affascinata dall’arte in tutte le sue forme, dal cinema alla moda, dalla musica al teatro, sono alla continua ricerca di stimoli e ispirazioni ed ecco nel 2019 arrivato l’incontro con Arterie

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Vuoi essere aggiornato sulle iniziative di Arterie?

    Desidero essere iscritto alla vostra Mailing List e Acconsento al trattamento dei mie dati personali secondo la privacy policy di Arterie.